le esclusioni nelle polizze infortuni

infortunioQuando si sceglie una polizza infortuni è molto importante conoscere le esclusioni che tali polizze prevedono. Di norma vi sono dei rischi che non sono assicurabili ovvero gli infortuni causati da:

  • uso di veicoli in competizioni sportive;
  • guida di velivoli o aeromobili;
  • uso, in qualità di passeggero, di velivoli o aeromobili nel corso di voli non operanti da società di trasporto aereo regolare;
  • guida di veicoli senza patente;
  • pratica di sport pericolosi;
  • partecipazione a gare sportive competitive;
  • ubriachezza, abuso di psicofarmaci o uso di stupefacenti quando ci si trova alla guida di veicoli a motore;
  • operazioni chirurgiche e cure non rese necessarie dall’infortunio;
  • guerra, insurrezione, terremoti, calamità.

Oltre a tali esclusioni generali ed imprescindibili, ogni compagnia a volte ne inserisce delle altre a seconda del prodotto. Per quanto riguarda le esclusioni derivanti dalla pratica di alcuni sport, è da considerare la tipologia (e la pericolosità) dell’attività in questione affrontando caso per caso la possibilità di eventuali deroghe a fronte di un sovrappremio.

Hai bisogno di una quotazione/preventivo? Clicca sul seguente link e compila il format!

https://consulenteassicurativo.net/2014/02/03/hai-bisogno-di-una-quotazionepreventivo/

modifica legge bersani

Annullare contrattoCon effetto dal 15 agosto 2009 è entrata in vigore la modifica all’art 1899 del Cod. Civ. Riporto di seguito il testo dei commi 3 e 4 dell’art.21 che vanno a modificare il c.d. “Decreto Bersani bis”:

“3. L’Assicuratore, in alternativa ad una copertura di durata annuale, può proporre una copertura di durata poliennale a fronte di una riduzione del premio rispetto a quello previsto per la stessa copertura dal contratto annuale. In questo caso, se il contratto supera i cinque anni, l’assicurato, trascorso il quinquennio, ha facoltà di recedere dal contratto con preavviso di sessanta giorni e con effetto dalla fine dell’annualità nel corso della quale la facoltà di recesso è stata esercitata”.

“4. Le disposizioni di cui al comma 3 si applicano ai contratti stipulati successivamente alla data in entrata in vigore della presente legge”.

A seguito di questa modifica, che comporta un parziale ritorno al passato, è consigliabile esprimere al proprio assicuratore la volontà di stipulare un contratto poliennale o annuale (ovviamente stiamo parlando del ramo non auto); nel caso abbiate una certa sicurezza sulla scelta della polizza e sulla necessità della stessa per gli anni a venire, è consigliabile stipulare un contratto poliennale (disdicibile dal 5° anno in poi) a fronte di una riduzione del costo.

Hai bisogno di una quotazione/preventivo? Clicca sul seguente link e compila il format!

https://consulenteassicurativo.net/2014/02/03/hai-bisogno-di-una-quotazionepreventivo/

COME SCEGLIERE LA POLIZZA GIUSTA

Scelta Polizza

Nel momento in cui scegliamo di stipulare una polizza assicurativa con una determinata compagnia non guardiamo solo al prezzo, leggiamo e consideriamo anche le garanzie. Infatti è fondamentale esaminare le garanzie contenute per poter valutare il rapporto qualita’/prezzo.

In particolare è importante tenere in considerazione:

  • il massimale assicurativo che per legge non puo’ essere inferiore ad 774,685 euro, ma che puo’ essere aumentato su richiesta del cliente (entro l’11 dicembre 2009 le coperture minime andranno alzate ad almeno 2,5 milioni di euro, e poi, entro l’11 giugno 2012, l’adeguamento dovrà essere totale con l’importo che arriverà a 5 milioni di euro);
  •  le clausole di franchigia con le quali la compagnia pone a carico dell’assicurato il risarcimento del danno derivante da sinistri, fino ad una certa cifra;
  •  le clausole di esclusione e rivalsa con le quali la compagnia puo’ chiederci il rimborso di quanto pagato per i danni derivanti da un incidente (es. quando il titolare della polizza ha la patente scaduta o l’automobile non e’ stata revisionata o in caso di guida in stato di ebrezza, ecc.).
  • Eventuali limitazioni tra cui quella del “conducente esclusivo”;
  • Le eventuali garanzie aggiuntive che restano di nostra scelta (furto, incendio, assistenza, ecc.), con relative condizioni e clausole.

E’ fondamentale, a mio avviso, affidarsi ad una compagnia economicamente stabile e presente sul mercato da diversi anni.

 

Hai bisogno di una quotazione/preventivo? Clicca sul seguente link e compila il format!

https://consulenteassicurativo.net/2014/02/03/hai-bisogno-di-una-quotazionepreventivo/

PREVENTIVATORE POLIZZE AUTO

assicurazione-auto

E’ su Internet da qualche giorno il preventivatore unico Rc Auto, uno strumento che consente ai consumatori di ricevere sulle loro e-mail i preventivi delle 65 compagnie assicurative che operano in Italia.
Il preventivatore è online sui siti dell’Istituto ISVAP (http://www.isvap.it/isvap/imprese_jsp/HomePage.jsp) e del Ministero dello Sviluppo Economico. Rispondendo a una serie di domande sulla posizione assicurativa e sul veicolo, il consumatore potrà ricevere nell’arco di pochi minuti preventivi ordinati per convenienza economica e vincolanti per 60 giorni.

E’ sicuramente uno strumento utile ma, a mio giudizio, non esaustivo; infatti tale strumento non comprende gli sconti che eventualmente la singola agenzia o il vostro consulente possono appliacare nel momento della stipula del contratto. Da prestare molta attenzione anche alle eventuali franchigie (la parte del danno che rimane a carico dell’assicurato, espressa in cifre)  e scoperti (la parte del danno che rimane a carico dell’assicurato, espressa in percentuale).

A voi la scelta…

Rimango in ascolto!

Hai bisogno di una quotazione/preventivo? Clicca sul seguente link e compila il format!

https://consulenteassicurativo.net/2014/02/03/hai-bisogno-di-una-quotazionepreventivo/