responsabilità civile (del capofamiglia)

GiudiceNel mercato assicurativo vi sono diverse polizze che garantiscono i rischi di responsabilità civile o dell’attività rischiosa fonte di responsabilità: ci sono polizze che garantiscono la responsabilità del capo famiglia e dell’intero nucleo famigliare, polizze che coprono la responsabilità civile di commercianti ed artigiani, polizze per i liberi professionisti, coperture assicurative da prodotto difettoso etc…

L’RC privata (o del capofamiglia) copre i danni che l‘assicurato o i suoi familiari, nonché le persone che vivono stabilmente con lui, potrebbero provocano a terzi con il conseguente obbligo di risarcimento fino al massimale stabilito nella polizza. I rischi solitamente coperti dalla polizza RC vita privata sono: proprietà e conduzione della casa o dell’appartamento adibiti a dimora abituale e saltuaria, comprese pertinenze, dipendenze ed impianti, spargimento di acqua, esplosioni di gas (limitatamente alle lesioni personali), scoppio di apparecchi televisivi, caduta di antenne, uso di apparecchi domestici in genere, intossicazione o avvelenamento da cibi e bevande, proprietà e possesso di animali domestici, esercizio di attività sportive di pratica comune e partecipazione a gare aventi carattere ricreativo, pratica di hobby, messa in moto di veicoli e natanti a motore da parte dei figli dell’assicurato avvenuta all’insaputa dei genitori, uso di cavalli e animali da sella in genere, danni a cose di terzi da incendio, esplosione e scoppio. (fonte: www.centroconsumatori.it)
Nella polizza RC vita privata sono coperti sempre solo i danni provocati involontariamente (colposi) e non quelli intenzionali (dolosi).

Bisogna tenere presente che, se siete voi a cagionare un danno, siete responsabili col vostro intero patrimonio personale. Visto inoltre il costo irrisorio di tale copertura (si parte dai 60-70 € annui) consiglio quindi questa polizza a tutti.

Annunci

65 thoughts on “responsabilità civile (del capofamiglia)

    • La regolamentazione della polizza di responsabilità civile del capofamiglia segue le regole del comparto non auto e di conseguenza è necessario l’invio della disdetta tramite raccomandata generalmente due mesi prima della scadenza (poi varia da compagnia a compagnia). Il termine dei 15 giorni è solo per il settore auto.

  1. Pingback: Obbligo di assicurazione per gli sciatori in Piemonte « Michele Bevilacqua – Consulente Assicurativo

  2. Salve,
    Vorrei sapere se esiste un termine minimo/massimo per la liquidazione del danno, in quanto, non sono riuscito a reperire informazioni nelle varie note informative esposte online dalle compagnie.
    Grazie.

    • Se va in fondo (a volte però anche nelle prime pagine) alle “condizioni di polizza” relative alla Sua polizza c’è sicuramente scritto. Se non possiede le condizioni di polizza sicuramente Le può reperire anche in internet. Ad ogni modo in genere sono una trentina di giorni se non si evidenziano problemi nella pratica.

      • Grazie per la risposta.
        Bisogna fare riferimento a quello che è scritto nel contratto oppure tale polizza è regolamentata nel codice civile/assicurativo?
        In caso di lesioni (sempre causate a terzi dall’assicurato) bisogna fare riferimento sempre alle tabelle ania?
        C’è un termine come per la RCA per adire in giudizio nel caso in cui la compagnia non voglia rimborsare il danno?
        La ringrazio per la sua disponibilità e mi scusi per le ulteriori domande.
        Saluti.

  3. il mio condominio ha una polizza che copre danni a persone animali o cose, io che mi sono infortunato nelle scale del condominio ho denunciato il sinistro e fatto tutto, il medico della compagnia mi ha riconosciuto il 2% di danno bologico, il liquidatore poi ha fatto i conteggi come se fosse un sinistro stradale (quindi utilizzando tabelle ANIA) ma in questi casi non si usano le tabelle INAIL?? facendo riferimento al massimale assicurato?.
    io il conteggio l’ho faccio così, ipotiziamo 2% danno biologico tabelle inail massimale assicurato 500.000,00.
    Quindi 500.000,00 (capitale assicurato) X 2 (danno biologico) = 10.000,00 (liquidazione che mi spetta) è giusto??
    in attesa di un suo cortese riscontro, porgo distinti saluti.

    • Il conteggio viene fatto su tabella ANIA. Lei sta ragionando come se avesse una polizza infortuni con massimale di 500.000 € ma non funziona così. Il massimale R.C. del condominio è appunto la cifra massima che la compagnia può liquidare ma non la cifra di riferimento per il conteggio della Sua invalidità che, appunto, farà riferimento alla tabella ANIA (come i sinistri stradali).

      Distinti saluti

  4. SALVE CIRCA DUE MESI FA SONO CADUTO A CASA DI AMICI SCIVOLANDO PER COLPA DEL PAVIMENTO BAGNATO E CERATO RIPORTANDO FRATTURA COMPOSTA DI DUE COSTOLE 40 GIORNI DI PROGNOSI NN AVENDO POLIZZA INFORTUNI MI AVVALGO DELLA POLIZZA LORO DEL CAPO FAMIGLIA IL PERITO E VENUTO A PRENDERE MIA E LORO DICHIARAZIONE MA MI SA CHE FA UN PO DI STORIE PER LIQUIDARE DANNO O ACCETTARE IL DANNO STESSO E POSSIBILE PERCHE..GRAZIE

    • Innanzitutto secondo l’art. 1917 del c.c. Lei non ha diritto all’azione diretta nei confronti dell’assicurazione. In applicazione delle disposizioni generali che disciplinano la rersponsabilità extracontrattuale il danneggiato, per poter ottenere il risarcimento dei danni patiti, deve provare: il fatto, il danno ingiusto, il nesso di causalità tra il fatto ed il danno, l’entità del danno e il dolo o la colpa del danneggiante. Fatto questo Lei dovrà chiedere un risarcimento al danneggiante. Sarà poi quest’ultimo a chiamare in causa l’assicurazione (ma in teoria a Lei questo non dovrebbe interessare)..
      A questo punto, se l’evento è compreso nella copertura assicurativa, l’assicuratore e obbligato a tenere indenne l’assicurato (in questo caso la persona che la ospitava).

      Buona giornata

  5. buongiorno,
    alcuni giorni fa il cane di mia zia (che non vive con me) ha danneggiato irreparabilmente un mio anello che avevo lasciato distrattamente sul tavolo da pranzo. siamo riusciti a recuperare l’anello ma non la pietra incastonata che è andata perduta. non ho lo scontrino di acquisto né una fattura in quanto era un regalo. lei ha una polizza rc capofamiglia è possibile comunque un risarcimento da parte dell’assicurazione?

    • Teoricamente si, ma deve dimostrare in qualche modo la quantificazione del danno.. altrimenti su che base la pagano? Sulla parola? magari se ha una fotografia e un documento attestante il tipo di pietra..

      • ho un certificato di garanzia attestante il tipo di anello e pietra ma non è nominativo e il commerciante che l’aveva venduto è disposto a dichiarare il valore commerciale a cui vende questo tipo di prodotto e con un preventivo la somma necessaria per il ripristino dello stesso. così potrebbe essere sufficiente? grazie mille intanto per la celere risposta. saluti

  6. Salve, la mia assicurazione rc dice che non paga i danni causati da mio figlio piccolo alla nonna perché secondo loro era proprio lei a doverlo sorvegliare … che ne pensa? (..al dilà del fatto che era presente a pochi metri anche mio marito) Se un giorno lascio mio figlio a casa di un amichetto e lui gli incendia la casa l’assicurazione non risarcisce? A me sembra una scappatoia scorretta. A lei? Grazie mille!

  7. Allora mia suocara dovrebbe essere coperta, la polizza è intestata a me. In ogni caso ho chiesto ulteriori chiarimenti alla compagnia. Ma se come mi hanno detto al telefono secondo il liquidatore mia suocera doveva badare affinchè mio figlio non facesse danni mi sembra assurdo. Ci si assicura apposta per gli incidenti. … chissà!
    In ogni caso la ringrazio infinitamente per le risposte e per la velocità!

    • Anche se è intestata a Lei, è tutto il nucleo famigliare (compreso Suo marito) ad essere assicurato quindi i danni provocati a Sua suocera non sono compresi (non deve vedere chi è il contraente ma chi è l’assicurato). Ribadisco, secondo me Le hanno dato una motivazione non precisa ma comunque i danni non sono risarcibili. Qui non è questione di poca correttezza ma di principi assicurativi le cui fonti comprendono anche il codice civile (oltre al codice delle assicurazioni private, i regolamenti e gli usi).

  8. Buona sera, le chiedo una consulenza.
    l’altro giorno, il mio cane, intestato a me e coperto da assicurazione capofamiglia verso terzi ha urtato mia suocera provocandole danni fisici e costringendola a 5 giorni di ospedale e a 3 mesi di convalescenza.
    Il mio assicuratore al momento della stipola del contratto mi aveva rassicurato del fatto che gli unici esclusi da eventuali danni del cane saremmo stati io e mia moglie, ora dice che anche i nostri genitori lo sono.
    Volevo sapere come mi deve comportare visto che il cane è intestato esclusivamente a me e il danno è alla madre di mia moglie. In ogni caso se quel che dice l’assicuratore fosse vero, potrei rivalermi comunque su di lui vista la sua scorrettezza nel vendermi la polizza? Aspetto una sua risposta e la ringrazio infinitamente.

    • Non confonda il contraente con l’assicurato… Anche se il cane è Suo e la polizza è intestata a Lei, è tutto il nucleo famigliare ad essere assicurato quindi i danni ai Suoi suoceri non sono compresi. Ha firmato un contratto con condizioni contrattuali ben definite.. non può assolutamente rivalersi sul Suo assicuratore ma può senzaltro cambiarlo e affidarsi a qualcuno più preparato..

  9. Buonasera, ho fatto questo tipo di polizza qualche mese fa per tutelarmi da eventuali “guai” che i miei figli potrebbero commettere a scuola.
    Circa una settimana fà stavo con degli amici e uno di loro ci stava mostrando un Ipad che aveva appena acquistato.
    Io ad un tratto ho voltato le spalle a questa persona poichè stavo parlando con un altro amico, fatto sta, che girandomi nuovamente con un braccio ho urato le mani del tizio che reggeva l’ipad e l’ho fatto cadere.
    Non sti qui a spiegarle i minimi particolari di come è successo, però nel cadere si è crepato il display e non si accendeva più.
    Ora il proprietario mi ha detto che lo ha mandato in assistenza e non sa la spesa quale potrebeb essere.
    La mia domanda è:
    calcolando che questi aggegi hanno un valore medio di 600/700 euro, posso utilizzare la mia polizza per cercare di riparare il danno?
    Grazie in anticipo.

  10. Le chiedo cortesemente di farmi capire come funziona questo blog.
    Ho fatto una domanda e a quanto pare mi è stata cestinata.
    Probabile che lei non sapesse la risposta, e quindi mi chiedo:
    tutto cio che non rientra nel suo “bagaglio” lavorativo e intellettivo viene cestinato?
    Mica è un reato non saper dare una risposta!!
    Se poi, vuole creare un blog solo con le cose che le fanno comodo, questo è un altro discorso.
    Saluti.

    • !. questo è un blog e non un sito di consulenza gratuita
      2. il sottoscritto risponde nei ritagli di tempo visto che deve fare altro per arrivare a fine mese
      3. se i tempi e i modi non sono graditi suggerisco di andare dal proprio intermediario di fiducia o di pagarsi un esperto
      4. Rispondo a tutti ma la domanda non compare subito poichè ovviamente i messaggi devono essere approvati prima di essere pubblicati. Questo perchè non si tollerano sfoghi o lamentele verso le specifiche compagnie (per i reclami c’è un procedimento previsto dai regolamenti Ivass e non solo..)
      5. Se non so una cosa lo dico esplicitamente e chiedo ad altrettanti lettori un aiuto per rispondere esattamente ai quesiti
      6. Si, salvo esclusioni particolari la Sua polizza del capo famiglia copre secondo l’art. 1917 del codice civile.

      Grazie

  11. Buona sera vorrei una dritta grazie.
    Un incidente nel quale la mia compagnia assicurativa mi ah pagato il 100 % la mia moto anche pago il miei abbigliamenti rotti per gli intervento dei uomini del 118 ecc e anche pago il dani alla persona che era con me nel incidente , adesso il medico legale mi da più 15 % danno biologico ecc la mia assicurazione dici che per legge quando supera il 9% deve pagare la assicurazione della controparte .. questa ultima al inizio chiede tempo per chiedere autorizzazione dal direttore perché la summa e importante dopo un po di tempo contatta e comunica che no pagata nulla per il fatto che anno trovato un video che dimostra la mia colpabilità ….?? qua mi puzza qualcosa ..!! certo e che io ho ragione al 100% di aver passato in verde e non in rosso come dicono loro , anche sul verbale dei vigile descrivono tutto quanto accade, non mi e arrivata nessuna multa e manco il punti della patente sono stati tolti ecc…
    quale sarebbe un consiglio…? ho un parere de parte vostra .
    Grazie buona sera .

    • Innanzitutto si faccia mostrare questo video… Se non esiste o non dimostra la Sua colpevolezza devono pagarle il risarcimento. Ad ogni modo, visto che le somme in questione sono elevate, Le consiglio di farsi seguire da un esperto… Se è nella zona di Brescia o delle Alte Marche mi faccia sapere..

      Buona giornata

  12. Buonasera, io ho una polizza che nella sezione responsabilità civile recita “l’assicurazione comprende anche la responsabilità civile derivante da lavori di ordinaria manutenzione che interessino il fabbricato ed i locali dell’abitazione”. In regime di edilizia libera con un idraulico amico ormai in pensione abbiamo aggiunto un tubo in rame per il passaggio dell’acqua avendo previsto gli attacchi della cucina in una posizione diversa dall’originale. Probabilmente per un mancato restringimento del raccordo – ma si è verificato al mattino intorno alle 6 e non eravamo presenti a vedere “cosa” è successo- il tubo con la pressione dell’acqua calda si è sganciato allagando 2-3 stanze e rovinando una parte del nostro cartongesso appena posato e soprattutto provocando danni nell’appartamento sottostante in quasi tutte le stanze. Ora pensavo di essere coperta per i danni causati ai vicino, ma l’assicurazione mi fa problemi per la denuncia chiedendomi di provare che c’è stata una rottura del tubo. Mi dicono che per i lavori sul tubo ci sarebbero volute delle autorizzazioni, ma non è così visto che trattasi di manutenzione ordinaria. Ha ragione l’assicurazione? Il danno non è stato causato da negligenza, ma è accidentale! Come mi devo comportare? Non sarà il perito a stabilire come si è verificato il danno?….

    • Nella Rc bisogna innanzitutto constatare l’origine del danno e a chi fa capo la responsabilità.. L’aggiunta di un tubo potrebbe non essere considerato ordinaria manutenzione, inoltre ha utilizzato il lavoro di un pensionato, sicuramente senza polizza assicurativa per i lavori svolti.. Ad ogni modo documenti il danno derivante dal tubo e senta il perito.. Mi tenga aggiornato.

  13. I sinistri provocati dal coniuge sono SEMPRE coperti dalla polizza R.C.Capofamiglia anche quando questi ha una residenza in localita’ diversa e quindi non compare nello stesso stato di famiglia? Nelle descrizioni che si leggono, normalmente si parla di coniuge e basta. E’ perche’ e’ SEMPRE coperto nella sua qualita’ di coniuge o non e’ scritto perche’ si da per scontato che la residenza sia la medesima?

  14. CARO COLLEGA COMPLIMENTI PER LE TUE RISPOSTE SEMPRE MOLTO PRECISE.
    RITENGO CHE SVILUPPARE LA CULTURA MEDIA ASSICURATIVA IN ITALIA SIA NECESSARIO. (IL PARAGONE CON GLI ALTRI STATI DELLA COMUNITA’ EUROPEA E’
    IMBARAZZANTE)

    FERNANDO FABBRI
    TUA ASS.NI SPA
    AGENZIA DI CREVALCORE (BO)

    • La ringrazio..
      Visto che la materia è vastissima e complessa (ed è difficile essere un tuttologo..), chiedo anche a Lei collega ed esperto del settore di correggermi senza problemi nel caso riscontrasse imprecisioni o omissioni nelle mie risposte.

      E come dico sempre io.. un cliente informato è sempre un buon cliente!

      Buon lavoro!

  15. salve l’assicurazione civile puo rifiutarsi di pagare un bene danneggiato, per il quale non è disponibile lo scontrino d’acquisto. quando quest’ultimo, all’assicurazione serve solo come prova d’acquisto e non come prova di valore.
    posso fargli un auto certificazione dove ne attesto la proprietà e di essere il legittimo proprietario del bene che si è danneggiato

    • Innanzitutto il danneggiato non ha rapporto diretto con la compagnia di assicurazione… quindi al danneggiato non interessa se la compagnia paga o meno; il danneggiato farà richiesta di risarcimento al danneggiante il quale, se sussistono i presupposti, chiederà a sua volta di essere lasciato indenne all’assicurazione.
      Il danneggiato dovrà dimostrare (al danneggiante) di aver subito il danno e l’entità dello stesso apportando tutte le prove a disposizione.. E’ ovvio che se l’oggetto in questione è un mobile antico, non potrà portare scontrini d’acquisto.. se invece si parla ad esempio di un tablet o un telefono cellulare, è opportuno dimostrarne il possesso in qualche modo (una dimostrazione d’acquisto è il modo più rapido).
      Temo che l’autocertificazione serva a poco…

  16. Spett.Bevilacqua
    Sempre in tema rct casa ,mi è successo che ho causato, con colpa, la caduta del suocero non convivente in casa ,di mia esclusiva proprietà , e per colpa mia sia diventato invalido permanente. La figlia (mia moglie. convivente con me) al fatto non era presente in casa.
    L’assicurazione non liquida il danno perché genitore dell’assicurata anche se estranea al fatto.
    Ora visto che dovrò accollarmi tutte le spese future di assistenza medica e alla persona al suocero per tutti gli anni a venire e visto che volevo separarmi ma temo eventuali richieste di risarcimenti o rivalse.
    Per cortesia mi dica se l’assicurazione ha ragione e se in futuro essendo contraente assicurato mi coprirà da eventuali spese di risarcimento in sede civile.

    • Il suocero non ė terzo rispetto il vostro nucleo famigliare. Guardi nelle condizioni di polizza la definizione di “terzi”.. è una polizza che copre per richieste di risarcimento in sede civile, ovviamente su eventi futuri e al di fuori di un certo grado di parentela.

      • Non sono considerati terzi :
        Il coniuge ,il convivente more uxorio ,i genitori, i figli di tutti i soggetti assicurati ,nonché qualsiasi altro loro parente o affine convivente.

        Clausola riportata pari all’originale compreso punteggiatura

        L’assicurazione mi ha risposto che il suocero essendo genitore di mia moglie che assicurata con il nucleo familiare anche se estranea al fatto fa decadere la copertura e non importa se con me il suocero sarebbe un affine non convivente.
        Grazie per la risposta

  17. egregio signor Bevilacqua, Le chiedo cortesemenete lumi sulla seguente circostanza:
    il mio cane nel fare le feste alla mia ex moglie – attualmente solo in stato di separazione legale con sentenza del tribunale – le ha provocato delle lesioni di particolare gravità.
    La mia assicurazione non ha preso in carico il sinistro poichè mi riferiscono che la mia ex moglie non viene considerata terza sino all’effettiva convalida del divorzio. Puo darmi un suo parere? Grazie Pietro

    • Buongiorno Sig. Pietro,
      il mio ritardo biblico al suo quesito è dovuto (oltre al periodo estivo) al fatto che non è semplice rispondere al suo quesito e vi sono opinioni contrastanti; mi riservo di approfondire ulteriormente anche se ad oggi sinceramente propenderei su ciò che le è stato detto, ovvero che al momento del sinistro non c’è una effettiva terzietà di sua moglie poiché ancora in stato di separazione legale. Invito eventuali avvocati (magari divorzisti) ad intervenire in modo più tecnico e definitivo.

  18. salve buongiorno,
    purtroppo l’altro giorno mio figlio di 5 anni ha versato liquido in un porta oggetti a casa di un mio amico rovinando quindi completamente un cellulare nuovo e un orologio.
    io sono coperto da assicurazione capofamiglia verso terzi, cosa dovrei fare per ripagare il mio amico dei danni?
    lui deve chiedere a me per iscritto o come.. i soldi per il danno (mostrando scontrini? dell’orologio non ce l’ha) e io chiedere all’assicurazione di “proteggermi” dal danno?

    grazie

    • In genere a seguito di richiesta danni lei fa denuncia alla sua assicurazione per tenerla indenne.. spesse volte, in base alla procedura delle compagnie e all’entità del danno, non viene preteso un documento ufficiale di richiesta danni da parte del terzo danneggiato. E’ invece molto importante documentare la modalità (tramite fotografie e denuncia alla propria compagnia) e l’entità del danno (consegnando fatture o l’oggetto stesso danneggiato).
      E’ importante sottolineare che in questo caso non vi è alcun rapporto tra la compagnia assicurativa con cui ha stipulato la polizza e il terzo danneggiato.

  19. Buona sera ,
    ho una domanda da fare… è successo che mio nipote di due anni è saltato addosso al mio cane mentre stava dormendo, il cane spaventato ha aperto la bocca e lo ha tagliato sul viso causando due ferite da punti… vorrei sapere, se le è possibile rispondermi, se l’assicurazione del capo famiglia copre i danni al piccolo… c’è però un problema io che sono la mamma ho l’assicurazione del capo famiglia perchè mio marito è sempre fuori per lavoro ed è residente da un’altra parte. Io pertanto ho la gestione di figlie e cane ma il cane è registrato sul libretto a nome di mio marito… l’assicurazione copre comunque il danno del mio cane?

    • Purtroppo penso proprio di no per due motivi: il danneggiato è suo nipote (e quindi generalmente non considerato una persona terza rispetto alla famiglia) e l’intestazione della polizza rispetto al libretto del cane e alla residenza di suo marito.

  20. Salve e complimenti per le risposte molto esaustive che da…io avrei bisogno di stipulare una rct…sono proprietario di 4 cavalli da sella e solitamente mi sposto da una tenuta all’altra transitando su una strada provinciale…vorrei sapere se un mio cavallo provoca un danno ad un veicolo sulla strada se con l’rct sono coperto…mi hanno proposto una polizza RCT XXXXXXXXXXXXXXXX…la ringrazio e aspetto una celere risposta…visto che ho appunatamento con il consulente domani sera…grazie

    • In genere coprono ma bisogna accertarsi che non ci siano particolari esclusioni nelle condizione dello specifico prodotto. Esponga chiaramente i suoi dubbi all’intermediario di fiducia e si faccia aiutare nella scelta più appropriata.

  21. L assicurazione rc capofamiglia copre gli animali domestici che non vivono abitualmente nella mia dimora? Esempio: ho un cavallo che é in maneggio ed io vorrei stipulare un rc capifamiglia al fine di assicurare anche il cavallo.

    Nel fascicolo della polizza che vorrei stipulare è Scritto ció:
    Responsabilità per proprietà o uso di animali domestici

    La copertura opera per i rischi derivanti da proprietà o uso di animali domestici (cani, gatti, ani-
    mali da cortile, cavalli, ecc.).

    Cosa si intende per animale domestico?

    • Salvo esclusioni specifiche l’animale non deve vivere abitualmente nella medesima dimora. L’importante è che dimostri di esserne il proprietario.
      I cavalli non sono animali domestici ma generalmente nelle polizze vengono definiti “animali da sella”. Per le definizioni faccia comunque riferimento al libretto di polizza. Se non è specificato si intende il significato comune del termine che può trovare ovunque.

  22. Buongiorno, sto per stipulare una polizza capofamiglia, attualmente siamo solo io e la fidanzata a far parte del nucleo famigliare, ho una casa di proprietà e nessun figlio o animale domestico, vorrei un consiglio sull’importo da stabilire come massimale…è una casa indipendente (90mq valore 260.000 euro) ma di fianco ce ne sono altre e vorrei esser coperto anche nel caso in cui le abitazioni vicine fosser coinvolte ad esempio in un incendio partito dalla mia abitazione.
    grazie mille e complimenti per il blog utilissimo!

    Andrea

    • Sta confondendo la Rc del capofamiglia (che copre tutto il nucleo famigliare anche all’esterno del domicilio) con la Rct “incendio e scoppio” dell’immobile. Ad ogni modo non esiste un massimale “esatto” ma è da valutare secondo i casi e l’ubicazione dell’immobile assicurato. Ad ogni modo personalmente non scenderei sotto i 250.000 di massimale (meglio 500.000), visto la scarsa incidenza che ha poi sul premio globale.
      Spero di esserle stato di aiuto.

      Cordiali saluti

      • Mi scusi, ha perfettamente ragione sto valutando entrambe le polizze (rc privata e rc terzi) e mi sono confuso. Quindi per entrambe le polizze mi consiglia un massimale di 500.000 euro in quanto l’importo stesso non dovrebbe incidere più di tanto sul premio se ho ben capito. Ho attualmente anche la classica polizza incendio/scoppio che valuto di aggiornare in quanto la combinazione base in realtà non copre i danni che si verificano con maggior frequenza..l’avevo fatta inizialmente a beneficio della banca ma adesso dopo la surroga posso girarla a me.
        Se Lei segue anche Firenze per le assicurazioni può scrivermi anche alla mia mail in modo che possa richiederle un preventivo. Grazie di nuovo.

      • Sull’rc non c’è un massimale esatto. Tenga presente soltanto che è in gioco il suo patrimonio presente e futuro.. purtroppo non seguo Firenze. Buona serata

  23. Buongiorno, ho un dilemma da chiedere: nel 2010 mio figlio allora di 10 anni, giocando nel cortile di un suo coetaneo, ha subito da questo, un colpo dato involontariamente al volto con un bastone, causando a mio figlio la rottura del dente incisivo superiore.
    i genitori, nostri conoscenti hanno fatto subito denuncia all’assicurazione, nel frattempo noi abbiamo fatto eseguire la ricostruzione del dente che però, come previsto dal nostro dentista, vista l’età e la posizione, recentemente si è staccato ancora richiedendo una nuova ricostruzione e in futuro un operazione di copertura. Finora le spese ammontano a 500€ ma a breve dovremo sborsarne altri 1000€. L’assicurazione su nostra richiesta di rimborso (fatta prima dello scadere dei 5 anni) ha chiuso la pratica affermando di porte stabilire che non esistono responsabilità da parte dell’ assicurato in quanto al momento del fatto i genitori o quantomeno una persona maggiorenne non era presente per testimoniare la responsabilità appunto del bambino.
    In pratica, non volendo richiedere ai genitori assicurati nessun esborso dovremo subire completamente le spese. Le sembra corretto tutto questo?
    Grazie

    • Innanzitutto tengo a precisare che voi danneggiati non avete azione diretta nei confronti dell’assicurazione. Capisco che non vogliate pesare sulla controparte ma è comunque vostro diritto essere risarciti.
      Per il resto bisogna vedere le condizioni di polizza e come è stata fatta la denuncia di sinistro. Personalmente non ho mai avuto problemi a risarcire questi tipi di danni ma tutto dipende da come sono stati descritti i fatti..

  24. hubert

    buona sera

    Un buon amico mi ha imprestao la sua macchina per un po di giorni perché la mia era in officina. Ora mi sono accorto che sul paraurti posteriore ci sono due grafi ( non so se giá cerano o meno ) nel caso che mio amico dice che glieli devo aggistare , la mia Rc ( capo familia ) risarcisce il danno?

  25. Salve,
    innanzitutto grazie a nome di tutti gli utenti per il tempo dedicato a rispondere ai nostri quesiti e per il servizio offerto.
    Avrei un quesito da porle: pochi giorni fa mio figlio di 3 anni, mentre io e la mia famiglia facevamo una passeggiata della domenica con degli amici e i loro figli, e mentre ci eravamo fermati nei pressi di un ruscello di montagna,nel mentre giocava col figlio dei nostri amici, ha preso il marsupio contenente effetti personali del nostro amico (tra cui uno smartphone di ultima generazione) e agitando il suddetto marsupio ha fatto cadere parte del contenuto, tra cui lo smartphone, nel ruscello. Il telefono è stato subito recuperato e a parte un piccolo danno sulla cover sembrava funzionare. Solo che dopo una mezzoretta, il telefono ha iniziato a dare problemi, fino a non funzionare più. Portato in assistenza il giorno successivo per capire cosa fosse successo, gli è stato detto che da quel piccolo danno superficiale sulla cover era penetrata dell’acqua che ha danneggiato irrimediabilmente il telefono.
    Io ho da poche settimane stipulato una polizza come capo famiglia, come devo muovermi in questi casi? che tipo di prove dovrò portare in banca (la polizza l’ho stipulata appunto col gruppo bancario di cui sono cliente)? Il telefono in questi casi viene ispezionato da un esperto ? passa molto tempo? è stato un errore portare il telefono in assistenza per capire che danno avesse subito? Sono casi che si verificano frequentemente o potrei andare incontro a resistenze da parte dell’assicurazione?
    Grazie per il tempo dedicatomi

    • E’ meno complicato di quanto sembra (sempre che la banca le abbia fatto stipulare una buona polizza..); lei apra il sinistro descrivendo i fatti e tenga a disposizione del perito l’oggetto danneggiato. Buona giornata

  26. Salve, mi aggiungo ai rigraziamenti per le delucidazioni fornite e pongo un mio personale quesito:
    ho creato un danno ad un cellulare di un amico, cellulare che ha poco meno di 2 anni (ovviamente svalutato nel tempo); lui c’è affezionato e per non perdere i dati che ha su, lo vorrebbe riparare; da preventivo (verbale) si parla di una cifra pressochè uguale ad acquistarlo nuovo. Ora, avendo un’assicurazione rc, mi sono afferto di ripararglielo, ma il mio assicuratore mi dice che per concedermi il rimborso deve uscire il perito, deve constatare il danno, poi quantificheranno il valore attuale del telefono e proporzionalmente lo applicheranno alla riparazione fatta, al netto di una franchigia al momento non certa. A me sembra una risposta di comodo dell’assicuratore per farmi desistere (alla faccia che dovrebbe tutelarmi essendo suo cliente!); mi potete confermare se questa è la prassi o invece sono capitato male con assicurazione/assicuratore?
    Grazie

  27. Buongiorno, intanto complimenti per tutte le risposte e il servizio che lei offre.
    In Italia le assicurazioni non sono proprio chiare e trasparenti e ci vorrebbero più persone come lei!
    Avrei un quesito da chiederle: il mio cane ha danneggiato lo schermo della tv nuova appena comprata.
    Questo tipo di assicurazione risarcisce il danno anche se per ripararla ci vogliono 960 euro che è quasi il prezzo pagato per la tv? ci sono delle franchigie, limitazioni o quant’altro?
    Mi conviene sennò far ricadere la colpa alla mia compagna per aver meno problemi?
    La ringrazio anticipatamente.

    • Se la televisione è sua (come il cane), non è risarcibile a livello assicurativo poichè non vi sono terzi danneggiati.. in caso contrario verrà risarcito il danno arrecato in proporzione al valore del televisore al momento del sinistro. Per quanto riguarda le franchigie e gli scoperti dipende dal contratto specifico: in genere le polizze di rc non ce l’hanno..

  28. buongiorno, il mio cane si è gettato dal terzo piano e ha riportato fratture esterne ed interne gravi… la sua situazione è critica e richiede molto denaro.. avendo io l’assicurazione del capofamiglia e quindi anche l’animale domestico incluso, le mie spese mediche veterinarie sono coperte? la ringrazio anticipatamente

    • La.rc del capofamiglia protegge il patrimonio da richieste di risarcimento da parte di terzi. Il cane non è un soggetto terzo e quindi le sue cure non rientrano in tale copertura. Sul mercato assicurativo stanno nascendo prodotti specifici per le cure mediche del proprio animale domestico (anche se nel suo caso non potranno aiutarla a sinistro avvenuto).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...