Attestato di rischio

attestato di rischioL’attestato di rischio (anche detto ATR) è il documento che certifica la nostra storia assicurativa nel campo della responsabilità civile. In esso è indicato il numero dei sinistri denunciati negli ultimi cinque anni e la classe di merito a cui deve essere assegnato l’assicurato per l’anno successivo. L’attestato deve essere inviato dalla compagnia assicurativa al domicilio dell’assicurato almeno 30 giorni prima della scadenza della polizza.

Oltre all’assegnazione della classe di merito l’attestato di rischio deve contenere:

  • la denominazione dell’assicuratore
  • il nome del contraente
  • il numero del contratto
  • la formula tariffaria
  • la data di scadenza della polizza
  • la firma dell’assicuratore

I sinistri sono sia quelli denunciati e pagati dall’assicurazione sia quelli posti a riserva quelli cioè non ancora pagati. Qualora poi un sinistro posto a riserva non abbia alcun seguito e, quindi, la compagnia non abbia pagato alcunché, per l’anno successivo l’assicurato dovrà essere assegnato alla classe di merito cui avrebbe avuto diritto se il sinistro non fosse avvenuto, restituendogli anche la differenza di premio pagata in più.

I sinistri pagati sono ora suddivisi in sinistri con responsabilità principale (pari o superiore al 51%) e sinistri con responsabilità paritaria. Per questi ultimi viene indicata anche la percentuale di responsabilità: il malus non scatterà fino a che la somma di tali percentuali nel quinquennio presente nell’attestato di rischio non raggiunga almeno il 51%. (fonte: www.altroconsumo.it)

L’attestato di rischio vale 3 mesi ma dura in effetti 5 anni, con le nuove regole del Codice delle assicurazioni. Questo vuol dire che per conservare la stessa classe di merito, bisogna assicurarsi entro 3 mesi dalla sua consegna. Se però si fa passare un anno o più, si può ancora godere della stessa classe di merito, a patto di firmare la dichiarazione di non aver circolato in auto dopo la scadenza del contratto di assicurazione.

Hai bisogno di una quotazione/preventivo? Clicca sul seguente link e compila il format!

https://consulenteassicurativo.net/2014/02/03/hai-bisogno-di-una-quotazionepreventivo/

Annunci

2 thoughts on “Attestato di rischio

  1. Salve, per otto mesi (a cavallo tra novembre 2012 e giugno 2013) sono risultato non assicurato in quanto avevo rottamato la mia vecchia auto e ho atteso un pò prima di comprare la nuova. Adesso questi otto mesi “di vuoto assicurativo” come si tradurranno sull’attestato di rischio? Mi pare di leggere che l’attestato funziona per annualità e non per frazioni d’anno. Dunque cosa comparirà sull’attestato? grazie

    • Se ha acquistato un’altro veicolo andando avanti con il medesimo attestato entro l’anno, non cambia nulla. Si sarà soltanto spostato il periodo di osservazione e per acquisire la classe universale inferiore ci vorranno 8 mesi in più..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...